UniCredit porta gli imprenditori italiani in Cina

Con il più alto tasso di crescita del PIL e un mercato con oltre 1 miliardo di consumatori, la Cina rappresenta senza dubbio un mercato fondamentale per le imprese italiane che intendono aumentare il proprio giro d’affari attraverso strategie di internazionalizzazione.

In quest’ottica è stata pensata “Destinazione Cina”, la nuova iniziativa promossa e organizzata da UniCredit per sostenere le imprese italiane che vogliono implementare o potenziare l’attività di export verso la Cina, presentata a Milano alla presenza di Roberto Nicastro, Direttore Generale di UniCredit e di Vincenzo De Luca, Console Generale a Shanghai.

Dopo anni caratterizzati da politiche di supporto all’export delle proprie aziende, la Cina è ora orientata ad un riequilibrio della propria bilancia commerciale (a settembre l’import totale era pari a 155 miliardi di dollari, in crescita del 21% rispetto al 2010).

Se a ciò si uniscono le tendenze riscontrate tra la popolazione cinese caratterizzate da un aumento generalizzato dei redditi, della spesa pro capite e all’occidentalizzazione delle abitudini di consumo, risultano chiare le enormi potenzialità offerte da questo mercato per le imprese.

“Destinazione Cina” prevede 4 tappe in Italia, durante le quali gli imprenditori iscritti potranno incontrare un team di esperti specializzati in “strategie di ingresso” nel mercato cinese. Inoltre sarà possibile ricevere una consulenza a 360° sugli aspetti di natura economica, fiscale e legislativa del mercato cinese oltre ad un supporto concreto all’individuazione della migliore strategia per inserirsi in uno dei mercati più promettenti e con importanti prospettive di crescita.

Ma abbiamo chiesto al dottor Maurizio Brentegani, responsabile delle filiali estere di Unicredit di spiegarci meglio il progetto.

UniCredit porta gli imprenditori italiani in Cina
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *